GASTRONOMIA

Dal formaggio alle nocciole, dal vino al cioccolato, ad Alba si possono gustare un’infinità di prodotti tipici.

TARTUFO

Il Tartufo Bianco di Alba è forse il tratto identitario enogastronomico più forte della città.

I tartufi bianchi sono funghi sotterranei, non coltivabili, che vivono in simbiosi con determinate piante arboree. Possono essere di svariate forme, da globosa a piatta, e presentano una parete esterna che va dal bianco latte al giallo ocra, con una polpa intera chiara, solcata da venature marroni.

Il profumo caratteristico e unico lo rende il sogno proibito, l’oggetto di follia e di passione di tutti i buongustai.

E’ difficile descriverlo: il ventaglio aromatico ha note che possono ricordare l’aglio, il fungo e il miele. Esistono moltissime specie di tartufi ma il Tartufo Bianco di Alba (Tuber Magnatum Pico) PAT rappresenta la specie più pregiata, nonché quella che può raggiungere dimensioni maggiori.


La prima menzione del tartufo bianco d’Alba risale al 1380 d.C., documento attualmente conservato all’archivio di stato di Torino.

Alba creativity

“Più che a un fungo, più che a un cibo raro, il tartufo si può paragonare a un’opera d’arte”

JEAN-PAUL ARON

NOCCIOLA E NUTELLA, MA NON SOLO

La Nocciola del Piemonte o Nocciola Piemonte è universalmente conosciuta come la migliore al mondo e designa il frutto della cultivar nocciola Tonda Gentile delle Langhe, ovvero dell’area di riferimento di Alba. Il prodotto finale che ne deriva è rappresentato dalle nocciole sgusciate o dai prodotti dolciari che vanno dal giandujotto alla crema di nocciole, la più conosciuta al mondo, è la Nutella, al torrone: il Torrone di Nocciole PAT è un dolce tipico proprio delle zone di Alba e della vicina Asti, di antichissima tradizione.

Enrico Crippa, Ristorante Piazza Duomo, Alba (CN)

FORMAGGIO

Tanti sono i prodotti di questo ricco territorio, e la creatività spumeggiante consolidata dai riconoscimenti nazionali e internazionali non si ferma alle sue eccellenze nel campo vitivinicolo e del tartufo. La Provincia di Cuneo, entro cui Alba si colloca, ospita l’ONAF - Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio, nata nel 1989, che attualmente ha sede presso il Castello di Grinzane Cavour, a 8 km da Alba.

VINO

I vini rappresentano una delle espressioni più alte e più universalmente note del territorio di Alba, terra di grandi vini ai primi posti in Italia per numero di DOC e DOCG e per superficie vitata a dominazione d’origine.

La qualità dei vini nasce nei vigneti e dall’esperienza di viticoltori che continuano a produrre nel rispetto della tradizione, pur con un occhio di riguardo alle nuove tendenze.

Riferimento basilare, per il corretto approccio al mondo enologico, sono le Enoteche Regionali, nei dintorni di Alba: Enoteca Regionale Piemontese Cavour (Grinzane Cavour, 8 km da Alba), Enoteca Regionale del Barolo (Barolo, 15 km da Alba), Enoteca Regionale del Barbaresco (Barbaresco, 8 km da Alba), Enoteca Regionale Colline del Moscato (Mango, 19 km da Alba), Enoteca Regionale del Roero (Canale, 14 km da Alba).


Il territorio propone una grandissima offerta di DOCG, come Barolo, Barbaresco, Roero e Roero Arneis, Asti e Moscato d’Asti, Dogliani e le DOC, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba e Dolcetto di Diano d’Alba, Nebbiolo d’Alba, Langhe.